E' USCITO IL NUOVO NUMERO!!!!

copislamDall'editoriale di G. Corradini, L. Scrivanti e S. Savogin

 (...) Infatti la conoscenza, a livello medio, di noi europei circa l’Islam (...)  è approssimativa. Una religione - seconda
al mondo - ripartita in confessioni ma così articolata al suo interno “che si è a più
riprese potuto dire che non esiste tanto l’Islam quanto gli Islam, spesso reciprocamente
estranei se non ostili”. E risalgono almeno a due secoli fa le origini del processo che
ha condotto ad una tensione crescente degli ultimi tre-quattro decenni, per concludersi
in uno scontro drammatico iniziato con l’attentato dell’11 settembre (...) 


                                                          CONTRIBUTI

 
Benassi Pallavicini Zanolo, Branca, Breigheche, Campanini, Cardini, Ferrero, Green, Guolo, Pace, Salvarani, Savogin



I NOSTRI DOSSIER

Una  (nuova) sezione dove potrete trovare documenti e contributi (anche particolarmente "corposi" ) utili o all'approfondimento dei diversi numeri della nostra rivista oppure per comprendere quello che accade attorno a noi


RELIGIONI E FONDAMENTALISMI

I contributi integrali di 

C. BOLPIN, Simone Weil: Europa, Islam

F. CARDINI, Islam e globalizzazione

CO.RE.IS (Comunità Religiosa Islamica) italiana, L'Islam italiano di fronte all'islamismo radicale

Il numero è citato anche in  "Religione tra estremismi e uso politico" puntata dell'11 luglio de "Tutta la città ne parla" di Radio 3
qui per il podcast






In primo piano
(per intervenire: associazionesodo@esodo.net)



PASSI DI PACE 

(a cura di Laura Venturelli)

Fonti rinnovabili: il Rapporto Globale 2016 


Il Rapporto Globale sullo Stato delle Energie Rinnovabili 2016 rivela la sempre maggiore competitività delle energie rinnovabili e l’importanza sempre più rilevante che queste stanno acquisendo in molti paesi del mondo. Il 2015 è stato un anno record per gli impianti delle energie rinnovabili: l’utilizzo delle rinnovabili come fonti di energia ha avuto un incremento stimato di circa 147 gigawatt (...)

LE PAROLE DELLA PAROLA 

(di Paolo Inguanotto)

Marta o Maria? 

Le figure delle sorelle Marta e Maria sono vive nell'immaginario di quasi tutti i cristiani. I quali poi però hanno difficoltà a distinguere tra i due diversi racconti evangelici, in cui esse appaiono. Il primo, contenuto nel vangelo di Luca, ricorda l'ospitalità ricevuta da Gesù nella loro casa. Il secondo, riportato nel vangelo di Giovanni, racconta della risurrezione del loro fratello Lazzaro. Le due figure sono tratteggiate in modo dettagliato nelle loro reazioni, in modo tale che il lettore riesce facilmente a cogliere la differenza dei caratteri, che si mantengono stranamente uguali nelle diverse tradizioni a cui appartengono i due racconti.   
Anche se la grandezza del prodigio ricordato nel vangelo di Giovanni sembra annullare la minimalità della conversazione familiare contenuta nella tradizione lucana, è proprio questa che più ha impegnato la riflessione dei secoli successivi. Poiché non è evidente il perché della scelta di Gesù a favore del comportamento di Maria (...)



SE NE DOVREBBE PARLARE

(di Beppe Bovo)

"LA RIVOLUZIONE IN MANO AI PENSIONATI?"

Nell’autunno-inverno appena passati i giornali riportavano, a singhiozzo, notizie di incontri sindacali al massimo vertice (Camusso, Furlan, Barbagallo). C’era un lavorìo per iniziative concordate, c’era impegno per la definizione di una piattaforma finalmente unitaria. Poi il botto, che ha fatto sobbalzare quanti ancora pensavano e pensano, nostalgicamente, a un’unità inseguita da decenni: si riparte uniti, finalmente! Da dove?
Dai pensionati!
Dunque, la qualificante battaglia dei sindacati italiani oggi finalmente uniti è … sulle pensioni! 
Sinceramente, io speravo che scherzassero (...)


VOCABOLARIO POLITICO

(a cura di Nemus)

Biopolitica
(di Renata Firpo)


    A partire dall’elaborazione che per primo M. Foucault ha proposto l’attuale affermarsi della categoria della “biopolitica”, in seguito alla crisi dei concetti classici della politica, se da un lato dimostra il suo valore euristico perché cerca di rispondere ai nuovi interrogativi che la postmodernità pone all’interno del proprio percorso di autodefinizione, dall’altro rivela molte opacità perché ambivalente e aporetica alla radice. Il suo significato di “governo della vita”, che esprime quella particolare relazione che il potere instaura nel momento in cui cerca di condizionare la vita ed a sua volta da essa è condizionato, rinvia alla questione primaria: stiamo parlando di una politica della vita o sulla vita?  (...) 








> ESODO viene inviato a tutti i soci dell'associazione: vuoi iscriverti? <


 > Puoi trovare ESODO anche qui<


Contatore visite

                                                                  
                    

Sito curato da Davide Meggiato (postmaster@esodo.net)




DISCLAIMER - AVVERTENZE

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62/2001. Immagini, foto e altro materiale possono essere stati scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del Blog, che provvederà personalmente all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia.


Home
L'Associazione
La rivista
In dialogo
Temi
I nostri dossier
Multimedia
Siti amici
Archivio

Aderiamo a 






In agenda

6 AGOSTO 
71° ANNIVERSARIO BOMBA HIROSHIMA

qui per le iniziative promosse dal Tavolo della Pace



 SEGNALAZIONI
EDITORIALI

E' uscito il n. di agosto/settembre di





Vuoi essere informato sulle nostre iniziative, sui nostri dibattiti, sulle novità del sito e della rivista?


Iscriviti alla
Mailing List per un filo diretto con Esodo!








Site Map